Mario Giacomelli a Mogginano.

Ebbi il piacere di conoscere personalmente Mario Giacomelli il 13 aprile 1997, grazie a Roberto Salbitani che lo aveva invitato a fare una visita al nostro gruppo, all'epoca impegnato a seguire un corso sul raccontare con le immagini tenuto da Salbitani stesso in una amena cascina sui colli di Mogginano.

Nell'occasione riuscii a discutere con Giacomelli in difesa di Ghirri, che egli non apprezzava, ma soprattutto potei condividere una giornata indimenticabile con un uomo di grande semplicità e interiorità. Con la massima naturalezza sparse per noi su un prato le stampe di un suo lavoro, per farcele vedere meglio, diceva.
In realtà ci stava dando una incredibile lezione di umiltà. Da allora, con sempre maggiore convinzione, penso che conti il lavoro, la passione, l'attenzione costante all'espressione di ciò che si ha dentro, e che tutto il resto siano formalismi vuoti, buoni per i poveri di spirito.

Di quel giorno conservo alcune fotografie che pubblico ora su Mocambo in ricordo ed estremo omaggio all'artista fotografo che più di ogni altro rivoluzionò la cultura fotografica italiana degli anni '50 e '60.

(25 novembre 2000)

















All photos: ©1997 Fulvio Bortolozzo.

.